Adattamento all’ambiente sociale

È la capacità per un individuo di adattarsi all’ambiente sociale per affermarsi e avere il ruolo che gli compete come cittadino di una società. L’adattamento all’ambiente sociale comincia dalla nascita, non è solo un obiettivo da raggiungere, ma è una condizione imprescindibile per lo sviluppo del soggetto. La persona si sviluppa, secondo la concezione fenomenologica, partendo dal proprio programma genetico, dalle proprie capacità personali, partecipando l’ambiente e per l’influenza dei dati socio-culturali dell’epoca in cui vive. Perciò è indispensabile lo sviluppo dell’iniziativa, l’indipendenza di pensiero e il rispetto dell’intenzionalità oltre alla socializzazione, come oggi viene definita, che non può scindere dal processo educativo. Il Pedagogista Clinico®, nel suo primario intento, ritiene fondamentale il contatto con il concreto, vuole riportare l’azione alle funzioni operative che generano un adattamento determinato anche dall’intervento sistematico di una prassi educativa. Un equilibrio può esistere allorquando si permette all’individuo di avere un contatto normale con la realtà, un impegno effettivo che richiede quello sforzo personale di adattamento specie se realizzato in un clima favorente e prodromo di emulsioni affettive; è una condizione questa che può essere facilitata dalle esperienze desunte dai metodi pedagogico clinici.