Affettività

Insieme dei sentimenti e delle emozioni a cui è legato il processo di sviluppo e di maturazione di un individuo. La visione unitaria della persona obbliga, in Pedagogia Clinica, a dover considerare l’importanza delle interconnessioni affettive che si determinano durante l’evoluzione e ogni influenza che queste possono avere sulla condotta dell’individuo. L’affettività è quindi intesa come reazione emotiva che aumenta o diminuisce la capacità di azione del nostro corpo e rende fluida la dinamica di associazione e di comunicazione dei singoli sistemi; una dinamica affettiva a cui corrisponde quella dell’azione e del pensiero. La rivoluzione culturale pedagogico clinica, capovolgendo il modello preesistente basato sui sintomi e sulle sindromi, ha individuato nuovi orientamenti giustificati dalla consapevolezza che le azioni e i pensieri dell’individuo non nascono senza motivo, bensì si generano anche in base ai sentimenti e alle emozioni, specie derivate dal clima che si instaura con i familiari e le altre figure esterne. I progetti pedagogico clinici di educazione all’affettività si fondano su esperienze di gruppo che consentono di rintracciare e vivere diversi modi di esprimersi, di divenire consapevoli di . Ciò è possibile attraverso un ventaglio di tecniche che, organizzate con un criterio di spiralizzazione, permettono di sperimentare tutte le sensazioni che confluiscono nell’affettività, le manifestazioni emotive che migrano fra e gli altri, fino a offrire l’opportunità di aprirsi e distribuirsi espressivamente con abilità organizzativo-corporee, espressivo-cinetiche e ritmico-comunicazionali.