Analisi delle abilità mnestiche

Si riferisce al processo della memoria e ai fattori specifici implicati nelle fasi di registrazione, conservazione e recupero. In Pedagogia Clinica il processo mnestico e le sue carenze hanno trovato occasioni di studio e di ricerca, che hanno portato a dimostrare che una caduta mnestica non sempre è imputabile a fattori specifici, bensì può essere legata ai diversi criteri procedurali per il fixage, all’ambiente socio-economico e culturale e a ragioni di carattere emotivo e psicologico; inoltre non può sfuggire che i ricordi si riferiscono ai correlati emotivi della memoria nel momento di registrazione, così come nel ripescaggio. Anche l’attenzione e la faticabilità sono ampiamente implicate nei processi di memorizzazione e richiedono un grande sforzo mentale rispetto alla percezione, alla selezione e all’elaborazione di un’informazione. L’abilità mnestica può essere frenata da sfiducia nel riuscire a ricordare le cose, da distrazione, da scarsa motivazione e disponibilità a prestare attenzione, da incapacità di concentrazione e da rallentamento nell’elaborazione dell’informazione, nonché da ansia e insicurezza; tutte variabili soggettive che possono influenzare la fissazione e il richiamo della traccia mnestica. La complessità nel conseguire quel fixage indispensabile per realizzare e mantenere conoscenza ed esperienza obbliga il Pedagogista Clinico® a conoscere ogni aspetto che caratterizza la persona e tutto ciò che le vieta o le impedisce di mantenersi in comunicazione con i propri informatori. Per questo l’approccio non può che essere ecologico, espandersi fino a comprendere e monitorare lo stato di freschezza mentale, ogni reazione del soggetto di fronte alle proprie difficoltà, la possibile indifferenza, le modalità di compensazione, i vari mascheramenti così come definire quei processi, quelle percezioni, quei sensi individualizzatori che si caratterizzano per la capacità di stabilire e apprezzare odori e profumi con finezza e acutezza olfattoria, distinguerli e classificarli; un insieme di astrazioni di ordine psichico che coinvolge l’attenzione, l’associazione, la prontezza, le sensazioni immediate e altre rievocate da eventi ed esperienze vissute. Lo stesso può dirsi per le dinamiche strettamente legate alle funzioni fisiologiche gustative, tattili e uditive le quali sollecitano l’attenzione, vigilano sulla faticabilità e sulla mnesi, con gradazioni e sfumature che agiscono sull’armonia del movimento, sugli apprendimenti, sull’intensità e la frequenza, in sintesi danno significato all’esperienza