Analisi dell’espressività motoria

Osservazione analitica che permette di far emergere dati rilevanti e significativi in riferimento alle potenzialità gnosico-prassiche, alle caratteristiche psico-fisiche, allo stile comportamentale, alle capacità acquisite e alle potenzialità, desunti senza intenti valutazionali da quel testo che è la persona e che va letto seguendo ogni costrutto semantico e sintattico della narrazione che essa traccia per farsi conoscere e riconoscere. L’analisi dell’espressività motoria è dunque un impegno sicuramente rilevante per il Pedagogista Clinico®. Essa risulta dall’attuazione di una metodologia efficace e idonea a definire gli stati di necessità del soggetto e individuare la modalità educativa da seguire per offrirgli un valido aiuto. È perciò un metodo anticipatorio, che consente di rilevare ogni comunicazione, ogni messaggio, di riconoscere la tematica fenomenologica del significato dei segni e delle polisemie offerte con spontaneità eiettiva dalla persona; primi passi verso un intervento capace di ripristinare nuove e diverse abilità e disponibilità. Da questa polisimmetria causale-dinamica delle sfaccettature prismatiche e delle elaborazioni fenomeniche con cui la persona si annuncia, raccolte le polarizzazioni che danno vita al teatro delle forze organizzative, delle disponibilità, potenzialità e difficoltà, si generano le indicazioni indispensabili per assicurare ipotesi e progetti di tipo operativo.