Anziano

Persona adulta che ha superato una certa età. La nostra società si caratterizza sempre di più per una percentuale assai elevata di anziani, a cui si raccomandano attenzioni per promuoversi e garantirsi il benessere fisico e mentale definendo spazi e organizzando eventi che hanno troppo spesso una funzione ghettizzante. La Pedagogia Clinica si batte contro il grave ritardo culturale dimostrato da una politica sociale inadeguata, che ha voluto categorizzare gli anziani, riconoscendoli solo in base alla loro età anagrafica e da misure e iniziative “per i vecchi”, dimenticando l’età psicologica o soggettiva di ognuno. Essa riconosce il bisogno che l’anziano ha di continuare a essere utile a se stesso e alla società affermando la propria dignità e sente l’obbligo di favorire il suo orgoglio anziché soffocarlo, in modo che egli possa vincere ogni debolezza e ogni tristezza. Perciò si batte contro i criteri separatisti dei centri anziani e delle università della terza età perché vuole vedere l’anziano partecipe alla collettività senza distinguo, integrato negli istituti universitari insieme ai giovani e in attività plurigenerazionali, in un circuito propositivo con opportunità di rinnovare entusiasmi e desideri.