Aprassia

Perdita della capacità di eseguire atti motori coordinati e finalizzati su comando o per imitazione, in assenza di disturbi neurologici di moto, paralisi o gravi disturbi della sensibilità, e di insufficienze intellettive. Si distinguono le aprassie ideative dovute a incapacità di rappresentarsi mentalmente il gesto da compiere (cosa fare) pur in presenza di movimenti elementari corretti, le aprassie ideomotorie dovute a incapacità di tradurre le sequenze motorie in un corretto programma innervatorio (come fare) e le aprassie costruttive causate da incapacità o insufficienza di programmare e compiere azioni e gesti intenzionali, consecutivi, coordinati ed efficaci.