Ascolto evocativo

Particolare metodo che, con il potere metaforico dei suoni-rumori della natura e della musica, permette di partecipare a esperienze evocativo-immaginative. Si basa su fluttuazioni di pensiero attivate in una disponibilità recettiva, che promuovono esplorazioni “dentro di me” e sull’aspetto relazionale o psico-affettivo “fuori da me”, su come la persona percepisce l’ambiente esterno e come interagisce con esso, ovvero sulle funzioni energetico-affettive. Musiche e suoni che giungono in profondità, aiutando la persona a rintracciare e a sostare su ciò che ha fatto o conta di fare, che pensa o sente, crede, spera, ammira, teme o biasima, a soffermarsi sull’intensità e il modo con cui essi sono percepiti e vissuti. Opportunità, queste, che danno significato alla ricchezza del mondo interiore amplificando una concezione dinamica dell’essere.