Codice Gestuale Corporeo (CGC)

È un codice di gesti, comprende tutti i lanci che le braccia possono compiere nello spazio dinanzi a passando dal Punto Egoico. La molteplicità di segni raccolti sulle coordinate rappresentate dall’asse corporeo e dalla linea orizzontale che lo incrocia all’altezza delle spalle, propone un’infinità di figure geometriche e una vasta gamma di rappresentazioni che consentono alla persona, liberata da ogni impaccio frenante o inibitorio, di organizzarsi armonicamente. Codifica scrittoria. Scrittura. L’esperienza della scrittura chiede una complessità di strutturazioni costituite da un organismo efficace idoneo a sviluppare e mantenere attive le relazioni che, nutrite da funzioni composite e attivate positivamente, risultano capaci di promuovere conoscenze, esperienze, nuove abilità e mantengono alta la funzione energetico-affettiva in espansione personalogica. Una idoneità ad apprendere che potrebbe essere invilita o ostacolata da insufficienze e inadeguatezze che, per poter intervenire convenientemente in aiuto alla persona, occorre rilevare. La traduzione analitica potrà fare emergere disordini propriocettivi, estero e tele-recettivi, scarsa conoscenza dello schema corporeo e inadeguata assialità, lacune che potranno essere di freno alla strutturazione dello spazio, al riconoscimento di forme geometriche, alla valutazione delle distanze e delle dimensioni lineari e angolari, alla coordinazione oculo-manuale e alla funzione simbolica.

Approfondimenti: