Comportamentismo (behaviorismo)

Corrente della psicologia la cui prospettiva è di studiare l’uomo attraverso il comportamento esteriore, considerato obiettivamente misurabile, stabilendo che l’organismo sottoposto a uno stimolo tende a neutralizzarne gli effetti, sia agendo sull’oggetto che lo produce, sia modificandosi. Si sostiene che, confrontando i vari comportamenti in seguito a degli stimoli, sia possibile stabilire delle leggi, predire la reazione di un individuo a una data eccitazione o dedurre la natura di uno stimolo partendo dall’osservazione di una reazione. Sul piano biologico si è già avuto un fenomeno simile a quello della corrente comportamentista, che ha tentato di applicare al movimento umano le leggi della meccanica dei solidi, come se si trattasse di una macchina, dando origine alla scienza biomeccanica basata su una concezione meccanicistica del movimento che ha frenato ogni utilizzazione educativa. I concetti espressi dalla pedagogia istruttiva e dalla biomeccanica che si basano sul postulato comportamentista e atomista, vogliono vedere scomposte le nozioni da imparare in una disgregazione, per un apprendimento che, solo se conforme all’intenzionalità, può essere ricompensato. Il behaviorismo ha occupato un posto importante nella psicologia scientifica, ma ora sono altre due correnti a occupare gli scenari con prestigio, la corrente di J. Piaget in Europa e di N. Chomsky negli Stati Uniti, entrambi “funzionali”. La concezione funzionalista, al contrario del behaviorismo, considera la persona come un’unità globale e attiva, con leggi che esprimono delle relazioni costanti tra determinate forme di condotta e determinate situazioni, in vista di “migliorare la funzione”. Il principio dell’unità e della globalità della persona che non ha realtà per se stessa, ma solo nella misura in cui è in relazione con un ambiente che l’accoglie, è proprio della Pedagogia Clinica e viene formulato, sviluppato e realizzato dalle idee fenomenologiche, secondo le quali l’attività corporea e i fenomeni mentali collegati a essa rappresentano il mezzo per potersi adattare.