Comportamento conflittuale

Consiste in un insieme di risposte significative emergenti in una determinata situazione e le manifestazioni conflittuali possono presentarsi in una delle tre aree, ovvero mente, corpo e mondo esterno. La reazione può essere predominante nell’area mente (psicosi, ansia, allucinazioni…), nell’area corpo (conversione della problematica a livello fisico), nell’area ambiente (comportamenti di tipo sociale inadeguati alla situazione). La coesistenza dei comportamenti a volte contraddittori tra di loro genera un conflitto. In qualsiasi area il comportamento si manifesti, è sempre un fenomeno psicologico, pedagogico, sociale, biologico e fisico-chimico allo stesso tempo. Dal punto di vista della Pedagogia Clinica, ogni conflitto è un segnale che richiede un’armonizzazione delle tre aree nelle quali esso si manifesta.