Coordinazione

Acquisizione di abilità e plasticità nell’organizzare e realizzare movimenti sincronici coordinati tra le differenti parti del corpo che si esprimono. Designa l’accordo di più funzioni distinte ma complementari che, regolando singoli elementi, rende possibile una organizzazione armonica e complessa finalizzata a un dato scopo. È di esempio la Legge del bisogno: enunciato sulla coordinazione fondamentale tra il bisogno e le reazioni adatte alla sua soddisfazione; ogni bisogno tende a provocare le reazioni idonee a soddisfarlo. La Pedagogia Clinica relativamente alle situazioni in cui la coordinazione si esprime rintraccia più moti coordinatori fra cui: coordinazione dello spazio visivo e dello spazio cinestesico della mano; coordinazione tra contrazioni e decontrazioni muscolari per garantire la giusta alternanza; coordinazione gestuale e manuale, e coordinazione fine della mano e delle dita. Concentra in particolare gli interessi sulla coordinazione oculo-manuale, la coordinazione oculo-segmentaria e la coordinazione dinamica generale. Un complesso di funzioni coordinatrici che richiedono costante vigilanza e monitoraggio scopico.