Corpo subìto

È stato riconosciuto da Jean Le Boulch come primo periodo dell’evoluzione dello schema corporeo, in quanto definito dalla presenza dei riflessi arcaici. Durante il periodo del corpo subìto le esigenze per il conseguente sviluppo sono il positivo rapporto madre-bambino, la messa in gioco della funzione energetico-affettiva e l’attivazione della funzione di veglia, da cui poi deriva la funzione di aggiustamento.