Cultura sensoriale

Si estrinseca nell’assurdità di una serie di esercizi ripetuti più volte che assumono il carattere di lavoro forzato. Si tratta di esercitazioni, come disegnare puntini con velocità crescente, infilare le perle di una collana, distinguere l’intensità degli odori, assumere una posa espressiva o lanciare degli anelli che non tengono conto della motivazione o del piacere che spinge all’azione e all’efficacia dell’azione, e che impongono di chiedersi a chi possa servire tutto questo. È solo il segno di una dissoluzione educativa che fa riflettere