Denigrazione

Opera di svalutazione di una o più persone con critiche tali da offuscarne il valore. È certamente un criterio antipedagogico osteggiato dalla Pedagogia Clinica, che chiede invece di saper intervenire in aiuto, con l’intento di sviluppare quell’educazione che pratica azioni e comportamenti positivi e che si basa sulla cooperazione, sulla comunanza di forme e ideali sociali e spirituali evoluti. Questa scienza è, infatti, orientata a stimolare anziché reprimere le
immense possibilità che ciascuno ha di innalzare l’edificio della propria personalità, trovare in se stesso le risposte adatte per arginare e superare le difficoltà.