Disturbo relazionale

Non appare in nessuna classificazione nosografica, ma trova una sua collocazione nella quinta versione del Manuale Diagnostico Statistico dei Disturbi Mentali. A volte connota soggetti con problemi relazionali generici, oppure con una difficoltà generalizzata nello stare in interazione o in relazione con gli altri. In tal caso si tratta di persone in sofferenza emotiva cui questo disturbo impedisce lo stare alle regole, struttura irrequietezza, oppositività, prepotenze e prevaricazioni, difficoltà nella gestione delle emozioni che altrimenti può provocare inibizione emotiva, disagi per la separazione, ricerca di un rapporto esclusivo, isolamento, mancanza di interesse. Una difficoltà che assegna problemi e disordini espressivi, implicazioni negli apprendimenti in cui le componenti affettivo-emozionali e cognitive si influenzano tra loro.