Educare

Svolgere un servizio all’autonomia e alla crescita della persona e quindi alla sua libertà. L’impegno educativo impone alla scuola di superare l’idea che essa debba solo istruire in ordine ad una dinamica insegnamento-apprendimento sempre più centrata sul rendimento, sull’efficientismo, in prospettiva di una “precoce carriera”. L’obbligo è di educare l’allievo a “sentirsi” emotivamente, a percepirsi come individuo affinché possa esprimersi in maniera personale, in modo originale e creativo, con padronanza e consapevolezza del suo interiore, capace di convogliare la propria emotività verso la costruzione della
“identità” individuale. Educare vuol dire, sia per l’insegnante che per ogni altro soggetto educante, promuovere l’individualità della persona con processi vitali in quanto forma risolutiva dell’evoluzione dell’uomo, e perciò, per educare sono indispensabili esperienze orientate e sostanziate da tale principio.