Epilessia

L’epilessia è caratterizzata dalla ripetizione di crisi convulsive o, in assenza di queste, può essere un fenomeno improvviso e transitorio, con indici motori, sensitivo-sensoriali, vegetativi o psichici, dovuti a una scarica improvvisa di una popolazione di neuroni ipereccitabili. La convulsione generalizzata tipo “Grande Male”, si presenta con una fase di irrigidimento muscolare (fase tonica) talora preceduta da una “aura” sensoriale, seguita da una fase caratterizzata da contrazioni muscolari (fase clonica). Durante la convulsione può verificarsi la perdita di urine e feci e la morsicatura della lingua. Gradatamente c’è la ripresa della coscienza, ma rimane un’amnesia su quanto è accaduto. La caduta a terra che accompagna la convulsione può comportare lesioni traumatiche. Nell’epilessia è indispensabile una cura farmacologica spesso assai lunga e un aiuto che tenga conto del “clima di morte” che aleggia in questi soggetti.

    L’aiuto pedagogico clinico al bambino con epilessia