Età evolutiva

Definisce il periodo che va dall’infanzia all’adolescenza, ritenuto l’ultimo livello evolutivo della personalità. È frutto di un deludente criterio classificatorio per fasi e stadi che non tiene conto dell’incidenza dei processi d’adattamento e di perturbazione che si incontrano fino alla morte e di chi considera la vita una rappresentazione teatrale divisa in atti. La Pedagogia Clinica, in orientamento al processo evolutivo considerato un continuum nell’esistenza di una persona e non accogliendo per questo definizioni che distinguono una temporalità, analizza i diversi processi di sviluppo e i derivati effetti maturazionali, trasformazionali e trasfigurazionali che caratterizzano l’incessante cambiamento psico-fisico, esistenziale e relazionale della persona durante la sua presenza in vita.