Funzione di aggiustamento cognitivo

È l’aggiustamento che, con l’evolversi dello schema corporeo cosciente e della rappresentazione mentale dell’oggetto, diviene cognitivo. Il transito da un tipo di aggiustamento all’altro dipende dalla presa di coscienza delle varie parti del corpo, da uno schema corporeo acquisito a seguito di informazioni propriocettive e dalla possibilità di attivare una decisione in maniera intenzionale assunta con il “vorrei fare questa cosa”. L’aggiustamento cognitivo si connota perciò con la possibilità di programmazione cosciente dei movimenti attraverso una rappresentazione mentale del proprio corpo e si propone con tre livelli gerarchici di integrazione: il livello riflesso originato da midollo e tronco cerebrale, il livello automatico e il livello intenzionale.