Genesi della Pedagogia Clinica

Negli anni Settanta in Italia, così come in gran parte dell’Europa, si viveva un periodo storico in cui le coscienze erano arricchite da un movimento ideologico che aveva un suo spazio culturale e che sosteneva con forza il bisogno di solidi mutamenti e variazioni contro una società ammantata da mistificanti cortine ed evasivi impegni. Nel mondo scientifico in tanti hanno contribuito a dare senso e concretezza a studi e ricerche, ed è in questo clima di trasformazioni che ha avuto origine la Pedagogia Clinica. Nel pieno delle lotte per una società più giusta, questa disciplina richiedeva una vita comunitaria più ricca e stimolante che evitasse l’emarginazione, abbattesse le distorsioni e i pregiudizi nei confronti dei diversi, di coloro che vivevano in uno stato di disabilità e disadattamento e di quanti avevano bisogno di aiuto. Il bersaglio erano i complici di un assetto sociale, insensibili al riconoscimento per tutti del diritto di essere aiutati con atti operativi validi e rispondenti al presupposto dell’“ugua- glianza senza distinzione”.

Approfondimenti: