Insegnanti ortofrenici

Si occupavano del recupero di allievi con difficoltà fisio-psichico-sensoriali e con disturbi della sfera affettivo-comportamentale. La formazione ortofrenica ebbe inizio in Italia nell’anno scolastico 1894-1895, con il corso, riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, tenuto a Milano da Antonio Gonnelli-Cioni, cui seguì la nascita delle Scuole Magistrali Ortofreniche, le quali hanno riscontrato negli anni sempre più successi e ampliamenti disciplinari capaci di garantire agli insegnanti una qualità professionale tale da renderli altamente specializzati. Purtroppo le Scuole Magistrali Ortofreniche hanno avuto uno sfortunato epilogo, poiché sono state abolite con decreto nel 1986 e hanno lasciato il posto ai corsi polivalenti gestiti dai Provveditorati agli Studi. L’aggettivo “ortofrenico” è stato così sostituito con “specializzato”, a conferma della lungimiranza della rivista “L’Insegnante Specializzato” apparsa già nel 1984 e diretta da Guido Pesci.