Iperattività

Disordine causato da problematicità oggettive nell’autocontrollo, che generano instabilità, impulsività e ipermotilia. La condotta dell’iperattivo è tale da creare problemi relazionali con i genitori, gli insegnanti e i compagni; è incapace di essere collaborativo e cooperativo e di rispettare le regole, è opposizionista, inadeguato a mantenere salde relazioni di amicizia, ha atteggiamenti che lo pongono in condizione di ricevere rifiuti e denigrazioni. La Pedagogia Clinica favorisce risposte conseguenti con esperienze centrate sul controllo tonico, sulla percezione del corpo, sul controllo posturale e su suffragi ritmici per partecipare un movimento più ordinato, organizzato e controllato. In seguito a queste modalità di intervento, una volta acquisiti i primi elementi di padronanza, si approfitterà dei momenti di stabilità per consolidare lo schema corporeo fino a renderlo cosciente, giungere all’equilibrio fra le funzioni affettive e cognitive sostenuto da intenzionalità