Memoria

Processo che permette di conservare le esperienze, di localizzarle nel passato, di riconoscerle e di evocarle volontariamente. È una delle condizioni generali della vita psichica. Può essere spontanea e si spiega col meccanismo associativo, volontaria perché frutto di una ricerca, meccanica se il soggetto non comprende il senso di ciò che ricorda, intelligente quando il ricordare è favorito da un gran numero di associazioni. In base al tempo e al grado di elaborazione, si distingue una memoria a brevissimo termine (mnesi immediata), una memoria a breve termine e una memoria a lungo termine. La memoria a brevissimo termine o registrazione sensoriale è la capacità di registrare e trattenere per pochi secondi l’informazione sensoriale in arrivo, essa funge da deposito temporaneo di sensazioni visive, uditive, tattili, non ancora analizzate, pronte per essere selezionate dall’attenzione ed elaborate percettivamente. Gli stimoli selezionati passano nella memoria a breve termine che ha la funzione di trattenere le informazioni per la loro codifica e la loro successiva elaborazione. Nella memoria a breve termine si vengono a formare relazioni fra informazioni nuove e altre già possedute e rievocate prima ancora che il materiale elaborato venga trasferito nella memoria a lungo termine. Quest’ultima diviene il deposito delle informazioni da cui è possibile attingere recuperandole per il riconoscimento, e per questo è sufficiente che i dati siano stati codificati solo percettivamente. La memoria si distingue inoltre in episodica e semantica. La memoria episodica si riferisce a immagini percettive ed emotive di eventi vissuti e a relazioni fra questi. In tale memoria sono contenuti i ricordi autobiografici e le conoscenze procedurali (andare in bicicletta, suonare il piano…). La memoria semantica raccoglie tutte le conoscenze individuali acquisite col linguaggio sotto forma di concetti e regole (conoscenze dichiarative). Le informazioni possono essere memorizzate con il contributo dell’attenzione, della selettività, della durata, dell’intensità e della motivazione.