PET

Acronimo di Tomografia a Emissione di Positroni. Si tratta di una tecnica diagnostica che sfrutta i positroni – le antiparticelle degli elettroni – emessi in seguito a certe particolari reazioni di decadimento radioattivo, e fornisce immagini funzionali che permettono di evidenziare l’attività di un organo o di un apparato e quindi anche la presenza di uno stato patologico attraverso la modificazione di tale funzione. Viene inoltre impiegata, tra l’altro, nello studio sull’attività del cervello per stabilire quale area di esso lavora durante una specifica azione.