Postura

Può definirsi l’“ombra del movimento” poiché si modifica a ogni cambiamento di posizione in conseguenza di un’iniziativa cinetica. È il risultato della coordinazione dell’attività muscolare, del movimento muscolare e della coordinazione fra muscoli antagonisti, della dinamica dell’equilibrio e del potere gravitazionale, del legame dinamico fra le diverse posizioni assunte. Ogni posizione del corpo è ordinata dal cervelletto che integra l’insieme delle informazioni propriocettive muscolari, articolari, labirintiche e determina l’aggiustamento posturale idoneo a mantenere la verticalità (fascio vestibolo-spinale). Vivere il proprio corpo a livello propriocettivo e percepire ogni parte di esso, la sua posizione e la sua tensione, significa cogliere validi suggerimenti sull’equilibrio statico e dinamico, avere una maggiore conoscenza degli impulsi di accelerazione e di frenaggio, più precisi indirizzi dell’orientamento del corpo nello spazio, una maggiore ritmicità e un’esplicita espressione dei principi dinamici. La disciplina e la metodologia del Pedagogista Clinico® hanno la finalità di aiutare il soggetto a scoprire tutte queste risorse, a saper leggere la funzione di percezione globale e segmentaria del proprio corpo, a fare esperienze di controllo tonico e di aggiustamento posturale per un’educazione efficace delle funzioni da cui deriva un maggiore controllo energetico.