Potenzialità

Riserva di caratteristiche e aspetti positivi della personalità e possibilità di complessi percorsi indiretti per lo sviluppo sempre presente in ciascun soggetto. Proprio alla luce di questo la Pedagogia Clinica in quanto scienza e pratica chiede di riconoscere prima l’uomo e poi l’uomo sostanziato da patologia non limitandosi a cercare scrupolosamente ogni minuzia dell’aspetto patologico, e non considerare quindi soltanto le caratteristiche e i valori negativi. L’intervento pedagogico clinico prevede azioni per facilitare gli apprendimenti e favorire lo sviluppo complessivo della persona, soggetto unico e irrepetibile, a partire dalle sue potenzialità che, riconosciute è orientata ad affinarle e a svilupparne l’efficacia con un’operazione di soggettivazione i cui valori siano soddisfatti dalla stima di e dei propri bisogni sociali. Il Pedagogista Clinico utilizza strategie idonee ad aprire un ponte tra le potenzialità della persona, le sue mille risorse, le sue reali possibilità, le sue difficoltà, fino a far sviluppare, migliorare e fare emergere le abilità, capacità e disponibilità. Ponendo l’attenzione sulle potenzialità egli attua un intervento con uno stile dialogico, ricco di metodiche, tecniche e strumenti specifici, adeguato a promuovere nella persona la fiducia di progettare il proprio cammino.