Semiotica

La semiotica è intesa come studio e analisi delle modalità comunicative. I messaggi dell’uomo, realizzati in contesti interpersonali, come altri eventi della natura, hanno tutti un significato e l’analisi della comunicazione, intesa nella sua totalità, obbliga a tener conto della scelta del messaggio e della libertà di colorirlo con le espressioni paralinguistiche, cinesiche, prossemiche e con i silenzi conversazionali. Fra i tanti sistemi comunicazionali non sono, infatti, da sottovalutare i fenomeni sovralinguistici che riguardano la lingua verbale e che, concatenati in sintagma, vanno a comporre i monemi dei quali si studiano i diversi pronunciamenti, le intonazioni, le pause, i ritmi o inflessioni e i diversi percorsi di senso e di accento con cui vengono ritmate le frasi; un vasto repertorio di fenomeni che vanno a costituire quella disciplina che, a partire dagli anni Cinquanta, è stata definita “paralinguistica” e che costituisce a sua volta uno dei contributi importanti della semiotica generale. Altri fenomeni espressivo-comunicazionali ci giungono dall’universo della scienza cinesica (kinesics) che studia i movimenti che stanno tra il comportamento e la comunicazione vera e propria: le posture corporali, i gesti, la mimica facciale ecc… Tutte espressioni che il Pedagogista Clinico® deve saper trasformare in efficaci sollecitatori alla riflessione.