Soglia (superare la)

Lastra di pietra o di altro materiale posta all’ingresso, che definisce il confine tra il dentro e il fuori e viceversa e che, figurativamente, chiede di essere attraversata, superata. La soglia definisce un limite e un inizio. L’ingresso nei templi di Asclepio era indicato da una soglia in pietra a cui si accedeva dalla via Sacra in fondo alla quale, sul grande propileo si leggeva: “In nome degli dei, è vietato l’ingresso alla Morte”, sollecitando con ciò l’intenzionalità a soddisfare il bisogno di ritrovare un proprio personale equilibrio. In molti soggetti il superamento di una soglia si traduce in difficoltà e sono tanti coloro i quali non riescono a superarla, non escono da casa o non trovano la disponibilità per rientrarvi, o vivono altre situazioni di impedimento che li inducono a fermarsi, aspettare sulla soglia, a non oltrepassarla, a non varcarla. Sono persone che necessitano di ritrovare condizioni di stabilità emotiva, forze ed energie necessarie per superare ogni ostacolo.