Super-Io

Secondo la teoria psicoanalitica, è una delle tre istanze che, insieme all’Es e all’Io, costituisce la struttura psichica dell’uomo. È la risultante dell’insieme dei divieti morali introiettati ed è cosciente fino a che sancisce la coscienza morale, ma in gran parte è inconscio. Questa formazione inconscia è la conseguenza di un processo di interiorizzazione di tutte le istanze normative, codici di comportamento, divieti, ingiunzioni, schemi di valore, dell’identificazione con i genitori, dell’educazione ricevuta in dinamica con le componenti familiari dalla scuola e dalle relazioni sociali. Il Super-Io è un meccanismo che, per l’assimilazione di modelli altrui, può provocare una lacerazione dell’Io e, pure limitando i desideri e le pulsioni umane, lottando e controllando le forze istintive dell’Es, nel rivestire una funzione positiva, può provocare sentimenti penosi, soprattutto di colpa e causare un senso di oppressione e di non appagamento. In certi disturbi mentali queste emozioni sono così vive che rendono la vita insopportabile e possono condurre gli individui a cercare una sofferenza espiatoria o persino la morte